MENU
_DSC0179 copia

Ecco cosa succede quando siamo tutti responsabili: gara persa per entrambe.

23/10/2014 • Da non perdere, News, Scuole Calcio

 

 

La scena vista e rivista nei campi di calcio è sempre la stessa, ma non possiamo e dobbiamo convincerci che sarebbe meglio per tutti mantenere sempre la testa al gioco e divertimento e a nient’altro?

Sicuramente in campo ci vanno i giovani, ma Voi giovani dovete pensare che non è utile a nessuno risolvere una spinta, una frase … con le minacce o peggio con le mani. E ricordate che la decisione presa dall’arbitro in campo non la cambia nessuno! Sicuramente in panchina ci vanno mister e dirigenti, ma Voi  tecnici dovete applicare la regola che quando il giovane è nervoso, è meglio sostituirlo non pensando al risultato; è utile per il giovane, per il gruppo e per voi stessi, che non lo perderete nelle gare successive. Sicuramente in tribuna ci vanno genitori e simpatizzanti dei giovani calciatori, ma Voi siete solo il pubblico, non avete diritto a urlare, consigliare e ancora peggio, entrare in campo per fare giustizia; dovete applaudire e guardare la partita. E tutti Voi ricordate il danno che subisce la Vostra società.

Risultato della gara? nessun vincitore, tutti perdenti. Gara persa per le squadre, lunghe squalifiche per i giovani, multe salate per le società.

Ma ne valeva la pena? 

DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO

Gara del 19/10/2014 REAL XIRIDIA/LIB.CATANIA NUOVA 1-2; Sospesa al 30′ del 2° tempo.

Esaminati gli atti ufficiali, dagli stessi, tra l’altro, si rileva che:

Al 30′ del 2° tempo, dopo l’espulsione dei calciatori Bramante Salvatore (Real Xiridia) e Di Martino Valerio Fabiano (Libertas Catania Nuova), si scatenava una rissa che coinvolgeva calciatori e di entrambe le Società;

Tra i partecipanti alla rissa l’arbitro riconosceva i calciatori Salamone Giuseppe e Mangiafico Marco della Società Real Xiridia e Cuciuffo Lorenzo, Leone Mirko Javier e Cassone Federico della Società Libertas Catania Nuova;

Nel contempo un centinaio di sostenitori si introducevano all’interno del terreno di gioco;

A seguito di ciò l’arbitro decideva, anche a tutela della propria incolumità, di sospendere definitivamente la gara e di chiamare le Forze dell’Ordine che intervenivano per sedare la rissa;

Condivisa la suddetta decisione e sancita la responsabilità delle Società Real Xiridia e Libertas Catania Nuova per quanto attiene al comportamento dei propri tesserati;

Dato atto che tutti i provvedimenti disciplinari sono pubblicati in altra parte del presente C.U.; Visto l’art. 17, commi 1 e 2, del C.G.S.;

Si delibera:

Di infliggere alla Società Real Xiridia la punizione sportiva della perdita della gara per 0-3 e l’ammenda di Euro 250;

Di infliggere alla Società Libertas Catania Nuova la punizione

sportiva della perdita della gara per 0-3 e l’ammenda di Euro 250.

Rosario Ciprì

redazione calcio giovanile sicilia

=============================

 

Commenta!


« »

Entra nella community!