MENU
_DSC0002 (2)web

Villese vs Tommaso Natale – Fasi Finali Nazionali Dilettanti – cronaca.

03/06/2014 • Allievi Regionali, Cronache della domenica, Fase Finale Allievi Regionali

 

Villese – Tommaso Natale 1-1

Reti: ST 28° Bonadio (Villese)  — 46° Guiducci (Tommaso Natale)

Villese: 1-Chirico  2-Lapira  3-Cuzzola  4-Morabito  5-Cuzzocrea  6-Barresi  7-Bentivoglio  8-De Franco  9-Moio  10-Bonadio  11-Bellè   a disp.Romano-Buda-Falcone-Nobile   allenatore Cotronei

Tommaso Natale: 1-Cusimano  2-Balistreri  3-Scuderi  4-Landolina  5-Vangelo  6-Chiarello  7-D’Anna  8-Cincotta  9-Schillaci  10-Bellante  11-Guiducci   a disp. Sgroi-Zarcone-Russo-De Fabrizio-Ferrante-Orlando-Fasulo-Pipitone-  allenatore Tedesco

Direttore di gara: Valentina Garofalo di Vibo Valenzia 

Un pareggio importantissimo e fondamentale, per lo Sport Tommaso Natale, quello conseguito sul difficilissimo terreno della Villese, dopo una gara davvero bella per intensità ed emozioni, terminata con la stoccata di Guiducci che ha sancito l’1 a 1 finale, risultato che pone, la squadra di mister Tedesco, nelle condizioni di attendere l’esito della sfida che si giocherà a Matera fra l’Invicta e appunto la Villese, prima di ospitare nella giornata finale proprio i materani del Presidente Galante, in quella che si prospetta davvero una partita fondamentale per stabilire chi conquisterà il diritto a partecipare alla final six per l’assegnazione dello scudetto di categoria. Ma andiamo con ordine, per raccontare una partita giocata davanti ad un pubblico “ esagerato “ per la categoria, passionale e caldo come si conviene dalle nostre parti e tutto proteso a spingere la squadra di casa verso un traguardo unico e forse inaspettato, dopo avere conseguito con merito il titolo di campioni regionali. Mister Giacomo Tedesco, in veste di prim’attore, osannato dal pubblico di casa e riconosciuto in maniera unanime come simbolo di un calcio reggino che vive, purtroppo, di ricordi appunto legati al condottiero dei ragazzi del Tommaso Natale, considerando che, ha vissuto da queste parti forse le stagioni più belle della sua lunga carriera calcistica. Lo Sport Tommaso Natale scende in campo senza Marino, squalificato, e senza Schirò ( infortunio di lungo corso il suo…) e senza neanche Russo, all’ultimo momento per un indolenzimento inguinale: spazio dunque a D’ Anna e Landolina che prendono  il posto dei compagni indisponibili, con in panchina un bel gruzzolo di classe ’99, da Ferrante a Zarcone a Pipitone. Pronti via, agli ordini della Sig.ra Garofalo, della sezione di Vibo Valentia, e si capisce subito che la sfida sarà di quelle toste, con i padroni di casa sospinti da un pubblico entusiasta che cercano subito la porta difesa da un ottimo Cusimano; Bonadio fa il diavolo a quattro ed è il punto di riferimento dei suoi compagni, da lui partono tutte le iniziative più pericolose e una sua punizione scalda le mani a Cusimano, bravo a deviare sulla propria destra. Gli ospiti appaiono timorosi ma minuto dopo minuto vengono fuori e l’occasione per passare capita sui piedi di Schillaci ( grande il lavoro dell’ attaccante per tutta la durata della gara ), con il tiro dai 16 metri che è deviato dal portiere di casa, Chirico. L’occasione più ghiotta per i locali arriva da un’indecisione del centrocampo del Tommaso Natale, che provoca una ripartenza dei padroni di casa, con Moio ben servito da Bellè, che s’invola e calcia forte, con Cusimano ancora una volta splendido nell’intervento e ancora prontissimo sulla ribattuta, deviata in plastico volo. Il Tommaso Natale non sta a guardare e prima Schillaci dall’interno dell’area cerca Bellante, quando sarebbe stato meglio calciare in porta, poi Landolina dai 25 metri sfodera una punizione delle sue, con la sfera che deviata dal portiere si stampa sulla traversa, strozzando in gola l’urlo del gol degli splendidi genitori – tifosi ospiti, giunti anche stavolta in massa. Finisce così il primo tempo, equilibrato e con una certa supremazia della Villese, che fa leva sulla vena di un Bonadio davvero in giornata di grazia. Proprio Bonadio, nella ripresa, dopo una serie di tentativi di Russo ( subentrato a D’ Anna ), trova dal limite e su una difettosa respinta della difesa ospite, il varco giusto, piazzando il pallone millimetricamente all’angolino alla destra di Cusimano, con il buon Tato proteso in tuffo vanamente: 1 a 0 e baraonda dei padroni di casa, con i 1.500 spettatori che festeggiano una vittoria che metterebbe una serissima ipoteca sul passaggio del turno ma…..i ragazzi  del Tommaso Natale non mollano, ci credono anche se i minuti da giocare sono pochi, mister Tedesco butta dentro Vicè Zarcone ( classe ‘ 99 ), e proprio il ragazzino si conquista l’ultima possibilità: i 4 minuti di recupero diventano 5 e mezzo, visto che i padroni di casa fanno tre cambi in pochi minuti, e quando Capitan Cincotta si porta sul pallone, il cronometro segna 5 e 10 secondi…..la parabola sorvola un’area di rigore affollatissima, dove svetta un difensore di casa, ma la palla s’impenna e al limite cade nei pressi di “ Guido “ Guiducci, lui ha l’ultima possibilità…lui ha l’ultima chance, e bisogna quantomeno centrare lo specchio…” Guido “ lo sa benissimo e tira fuori dal cilindro un piattone da paura, con la palla che si spegne solo in fondo al sacco, fra lo sguardo incredulo del portiere di casa, che può solo “ ammirare “ una perfetta traiettoria, che  sancisce  un 1 a 1 che sa di miracoloso, non per inferiorità rispetto ai padroni di casa, ma per come si è materializzato: il direttore di gara non fa neanche riprendere il gioco, finisce così…1 a 1 fra la rabbia dei neroverdi e la gioia dei ragazzi del Tommaso Natale, sentimenti che nel calcio sono sempre contrapposti…. Adesso l’occasione è davvero unica per il Tommaso Natale, aspettando l’esito della sfida fra l’Invicta e la Villese, con l’ultima gara da giocare  in casa,  e alla fine di “ quella “ partita si deciderà chi avrà la possibilità di giocarsi il tricolore con le altre cinque squadre vincitrici dei rispettivi raggruppamenti. Forza ragazzi, siete ancora qui, a giocarvi un sogno e sempre consapevoli che, forse ……….il bello deve ancora venire.

Salvo De Lisi -
redazione calcio giovanile sicilia

 

 

Commenta!


« »

Entra nella community!