MENU
il gol del vantaggio momentaneo pacecoto di CALASCIBETTA web

Ligny vs Paceco – Promozione girone A –

31/03/2014 • Cronache della domenica, Promozione Palermo

 

Derby al cardiopalma, festa rimandata per il Paceco.

Ligny – Paceco  4-3

Ligny TP: Ferrante, Spadaro, Catanese, Graziano, Solina, Giano (Piazza), Gabriele, Caltagirone (Egele), Marrone (Niscemi), Figuccio, Spezia. A disposizione: Ernandez, Scalera, Maltese, Maggio. Allenatore: Tony Adragna

Paceco: Mistretta, Rodriquenz, Genovese (Bellomo), Lo Bue, Perricone, Minaudo, Marcenò, Calascibetta (La Commare), Sorrentino, Marino (Baiata), Terranova. A disposizione: Navetta, Scalia, Ingrassia, Poma.Allenatore: Francesco Salone.

Arbitro: Dario Madonia di Palermo. Assistenti: Gino Cassarà e Francesco Paolo Danese di Trapani

Reti: 4° 1t Calascibetta (P), 32° 1t Spezia (L), 2° 2t Sorrentino (P), 7° e 15°(rigore) 2t Marrone (L), 43° 2t Baiata (P), 49° 2t Spezia (L).

Note: Ammoniti Ferrante, Graziano, Giano e Figucci del Ligny e Calascibetta e Sorrentino per il Paceco. Espulso al 27° 2t Perricone del Paceco e l’allenatore del Ligny Adragna.

Un derby bello, avvincente e vietato ai malati di cuore, con un Paceco più concreto nel primo tempo, calante nella seconda parte di gara e ancora brillante, nonostante l’inferiorità numerica (espulso Perricone al 27° del 2°tempo), nella fase finale dopo aver raggiunto il meritato pari ma con la beffa finale del gol subito allo scadere del recupero per una palla svirgolata nel rinvio e che mette Spezia in condizione di calciare e segnare il gol del definitivo vantaggio. Nemmeno il tempo di aggiustare le marcature che al 4° Marcenò calcia una perfetta punizione dal limite sinistro, si inserisce in maniera perfetta Calascibetta che di testa gonfia la rete. GOL. Continui cambi di fronte ci portano al 12° ad una punizione per i padroni di casa di Figuccio per Spadaro che crossa in area ma la difesa, attenta, libera. Al 15° è invece Caltagirone che prova un tiro dalla distanza ma abbondantemente fuori alla destra di Mistretta. Al 19° ottima opportunità per gli ospiti con Terranova che riceve palla, spalle alla porta, si gira repentinamente e calcia a fil di palo alla destra di Ferrante. Al 25° gli ospiti sono vicinissimi al gol con una stupenda azione tutta di prima intenzione: Sorrentino stoppa di petto per Marino che carica il sinistro e in girata calcia magistralmente ma Ferrante gli risponde da par suo e manda in angolo. Al 28° è ancora il Paceco a farsi avanti con Marino che taglia per Sorrentino il cui tiro sfiora l’incrocio dei pali. Al 32° nell’unica vera azione d’attacco Spezia riceve e con una serpentina riesce a portarsi al tiro insaccando con un diagonale sul lato opposto. GOL. Al 37° punizione dal limite di Marino, la sfera supera la barriera ma para facile Ferrante; sul cambio di fronte Marrone ha la palla per far male ma il suo tiro risulta debole, para facilmente Mistretta. Ultima azione del primo tempo ancora per gli ospiti con Marcenò che calcia una punizione dalla sinistra in area, ma su tutti svetta Ferrante che riesce a bloccare. Inizio sprint per gli azzurri di Mister Salone (oggi sostituiva in panca Mister Barbata fermo per un turno) nella seconda frazione di gioco, al 2° infatti Sorrentino riceve palla ed entra in area dove gli va incontro Ferrante che però è superato dall’attaccante ospite e da una posizione defilata calcia un diagonale che fa gonfiare la rete. GOL. Al 5° Spezia salta di testa ma Mistretta, vicino al palo destro mette la manona e manda in angolo. Al 7° ancora pari per i nero arancioni di Mister Adragna: Marrone riceve sulla sinistra ed entrato in area fa un pallonetto che scavalca Mistretta. GOL. Al 15° i padroni di casa passano in vantaggio con un calcio di rigore che l’arbitro assegna in quanto veniva atterrato Caltagirone: calcia Marrone, palla a destra e portiere a sinistra. GOL. Al 24° ancora Caltagirone prende il tempo a Mistretta in uscita e calcia un diagonale che va a lato di pochissimo. Al 27° viene espulso Perricone per il Paceco (fallo plateale a centrocampo) e subito dopo l’allenatore del Ligny per reiterate proteste. Nonostante l’inferiorità numerica gli ospiti vanno forsennatamente alla ricerca del pari e al 31° osserviamo una punizione di Marcenò, allontana la difesa di casa e Bellomo opera un contro cross che però Ferrante para. Al 43° il guizzo di Baiata: intercetta una palla tra difensore e portiere, elude quest’ultimo e deposita in rete il gol del pari. GOL. Nei minuti a seguire succede di tutto. Al 46° palla gol per Gabriele che si presenta solo davanti a Mistretta che lo ipnotizza e gli para un tiro scagliato da non più di due metri. Al 48° la palla gol passa per i piedi di Baiata che calcia un magnifico diagonale ma Ferrante si supera e respinge. Al 49° il gol beffa del Ligny per opera di Spezia che approfitta di un liscio difensivo, la palla gli rimane sui piedi e calcia un tiro potente che colpisce prima la traversa ma poi varca la linea. GOL. Un passo avanti per il Ligny nei play off visto che anche la diretta avversaria, il Monreale, aveva vinto con il Salemi; rimandata all’ultima di campionato la festa promozione per il Paceco quando incontreranno in casa un Carini oramai retrocesso visto che la seconda in classifica, il Cefalù, vincendo con gli Universitari del Cus si sono portati a -2 lunghezze.

Giacomo Rodriquenz

redazione calcio giovanile sicilia

======================

Commenta!


« »

Entra nella community!