MENU
10002760_10203300879544026_1084977330_n

Federica Raccuglia: Le Protagoniste del “Miracolo Scina’”.

13/03/2014 • Pallamano Femminile

 

Le Protagoniste del “Miracolo Scina’”:Oggi tocca alla “piccola” Federica Raccuglia.

La diciottenne FEDERICA RACCUGLIA è una delle giovani protagoniste della matricola Altavilla Scinà Palermo che al debutto nella massima serie nazionale è riuscita a centrare il traguardo della permanenza in A1 e, addirittura, piazzandosi al quarto posto della classifica, sta disputando i play-off scudetto.La promettente atleta palermitana è cresciuta nelle file dello Scinà, avviata alla pratica della pallamano dalla sua insegnante di educazione fisica alle scuole medie: Silvia Di Dio.Appena qualche anno prima anche la sorella maggiore si era avvicinata a questo sport e insieme, oramai da diversi anni, condividono la passione per la pallamano e per la squadra dello Scinà, nata nel Villaggio di S. Rosalia.A Federica abbiamo voluto fare le nostre “solite” 4 domande.
1) Che cosa pensi di questa tua prima esperienza in serie A1?
“Questa esperienza è stato una grandissima e piacevolissima sorpresa per tutte noi e ci ha regalato tanti inattesi sorrisi.
Dopo aver rinunciato la stagione precedente al salto di categoria (conquistato sul campo), la dirigenza questa volta ha deciso di provare a disputare il massimo campionato e sin dallo scorso mese di agosto ci siamo messe a lavorare come delle “pazze” per cercare di migliorare il più possibile e farci trovare pronte all’appuntamento con il campionato di A1″.
2) Il cambio di ruolo (da terzino a pivot) ti ha creato qualche problema?
“Dopo appena una settimana di allenamenti il nuovo mister mi comunicò questa sua inattesa intenzione di provarmi e allenarmi nella posizione di pivot. E’ chiaro che, soprattutto all’inizio, il cambio di posizione mi ha creato delle difficoltà ma grazie a sedute specifiche e all’impegno che ho sempre messo in allenamento, sono riuscita ad acquisire i nuovi movimenti e superare tutte le difficoltà iniziali”.
3) Che cosa pensi della stagione della stagione della tua squadra?
“Siamo molto contente per questo risultato perché per noi era già un successo poter finalmente partecipare a un campionato di massima serie e confrontarci con atlete italiane e straniere che avevamo visto solo in dvd. Essere poi riuscite a salvare la categoria e addirittura giocare in questa seconda fase contro chi vuole vincere lo scudetto è la più grande ricompensa che ci ripaga da tutti i sacrifici fatti in questi mesi di lavoro e sacrifici”.
4) Come ti sei trovata con le nuove compagne e con il nuovo mister?
“Con Marta, Natasa e Ljubi mi sono trovata molto bene sin da subito e tutta la squadra li ha accolte benissimo e con tanto entusiasmo. Soprattutto le atlete straniere ci hanno aiutato molto dando tanti consigli su come affrontare le gare e anche le avversarie. Diverso il discorso con il prof. Cardaci che già conoscevo per averlo avuto nelle esperienze fatte con la rappresentativa siciliana under 16. Il mister è tanto esigente e alle volte “insopportabile”, ma ha dimostrato di essere una persona molto preparata e credo che grazie al suo aiuto molte di noi sono cresciute e stanno crescendo e non hanno sofferto più di tanto il salto di categoria”.

S.C.

redazione calcio giovanile sicilia

==============================

 

Commenta!


« »

Entra nella community!