MENU
scinà web

Al via i play-off scudetto: lo Scinà mette paura alle campionesse del Salerno.Campionato Di Serie A1 Pallamano Femminile

09/03/2014 • Pallamano Femminile

 

SCINA’ PALERMO 22 – JOMI SALERNO 24

Al via i play-off scudetto del massimo campionato di pallamano femminile con il primo turno che regala già inattese sorprese. A Mestrino la “corazzata” Conversano è costretta a cedere l’intera posta in palio alle venete (29 a 26), mentre a Palermo le salernitane, campionesse italiane in carica e fresche vincitrici della Coppa Italia, hanno dovuto sudare le proverbiali “sette camice” per avere ragione del team siciliano.
Una gara intensa agonisticamente e tecnicamente valida che ha appassionato il numeroso pubblico accorso al pala Oreto che al fischio di chiusura ha tributato un lungo applauso alle due squadre abbracciate al centro del campo. Uno Scinà incerottato con Tania Marino (positiva la sua prova) recuperata in extremis e con l’assenza pesante del terzino Miriam Raccuglia, tenuta precauzionalmente a riposo per una botta rimediata in Coppa Italia. Una squadra tutta cuore e determinazione, dunque, che dopo una ventina di minuti di sostanziale equilibrio, si è dovuta però inchinare alla forza del Salerno che nei minuti finali del primo tempo (grazie alle reti dell’ucraina Vjunkova e dell’italo romena Avram) scavava il primo importante break che la portava al riposo di cinque lunghezze (7 a 12 il parziale).Nella ripresa la reazione di Sardisco, Raccuglia junior, Nangano, Dell’orzo, Romeo, Pizzo e compagne che trascinate dalle parate di una Marta Savoca convincente e dalle reti in percussione delle “solite” Ljubica Ceklic e Natasa Miladinovic riducevano il gap a sole due reti (19-21 a 5′ dalla fine) e da lì ricominciava la partita con i portieri della Salerno Prunster e Iacovello autentica saracinesca e qualche errore di troppo delle padroni di casa che in attacco hanno finito con il risentire dell’infortunio muscolare dell’esperta Bjliana Medjedovic rimasta in campo solo per onore di firma. Concitato il finale con una rete di Victoria Romeo che al 29’22” riportava lo Scinà in partita (22-23), ma proprio in quel momento veniva fuori l’esperienza delle salernitane che gestivano al meglio l’ultimo attacco e con un time out chiamato a 7” dalla fine riuscivano anche a segnare il + 2 a fil di sirena.
Una sconfitta più che onorevole per le ragazze del presidente Matteo Palazzolo e del suo vice Michele Mondello che a fine gara si sono complimentati con la squadra per la bellissima prestazione, nonostante i vari problemi fisici che si trascinano da qualche settimana e stanno condizionando negativamente il “sette” palermitano.
Ecco i commenti a fine gara:
TANIA MARINO (Scinà Palermo): “abbiamo provato in tutti i modi a rientrare in partita e nel finale abbiamo avuto anche delle occasioni per cambiare l’esito del match, ma onestamente devo dire che in queste condizioni e con la squadra non al completo, aver giocato ad armi pari contro la capolista Salerno è un fatto che ci rende orgogliose. Avevamo preparato bene la gara in settimana e in campo abbiamo dato sempre il massimo”.
SALVO CARDACI (allenatore dello Scinà): “sono orgoglioso di queste nostre ragazze che stanche e con diversi problemi fisici che stiamo cercando di smaltire hanno dato filo da torcere alle forti avversarie ben guidate dal mio collega Nasta. Non ho proprio nulla da rimproverare a nessuna di loro perché l’esperienza, purtroppo, non si allena e Salerno con alcune giocatrici in particolare (Avram, Coppola, Belotti, Ettaqui e Pavlik) ha dimostrato di saper giocare con grande attenzione i minuti finali di ogni partita e anche questa volta hanno avuto ragione.
Per quanto ci riguarda, insieme all’insostituibile Silvia Di Dio, proseguiamo il nostro cammino play-off consapevoli che tutti gli obiettivi che c’eravamo prefissati a inizio stagione li abbiamo ottenuti. Ma è chiaro che, se riusciremo a recuperare le infortunate, qualche altro risultato importante siamo in condizioni di poterlo fare e allora andiamo avanti con entusiasmo e alla fine speriamo di uscire dai campi come oggi con l’applauso convinto del pubblico che ha certamente assistito a una partita avvincente”.

S.C.

redazione calcio giovanile sicilia

===========================

Commenta!


« »

Entra nella community!