MENU
_DSC0670 web

Scinà credici ancora! Interviste al Mr Cardaci e Ljubica Ceklic – Campionato Di Serie A1 Pallamano Femminile.

16/02/2014 • Pallamano Femminile

 

Scina’ Palermo 16 – Jomi Salerno 25 

Uno Scinà incerottato è costretto a cedere l’intera posta in palio alle campionesse del Salerno. Ko indolore per le siciliane ancora in corsa per i play-off. La prossima settimana si chiude la stagione regolare a Teramo.Non è riuscita l’impresa allo Scinà di chiudere anzitempo il discorso permanenza in serie A1 con le campionesse in carica del Salerno che hanno espugnato il Pala Oreto e con la notizia inattesa della sconfitta casalinga del Cassano che, di fatto, rinvia il discorso play-off e play-out al prossimo e ultimo turno della stagione regolare. Uno Scinà incerottato, dunque, non è riuscito a ostacolare la corsa della capolista del campionato che a Palermo ha sofferto solo per poco meno di quaranta minuti, mostrando una grande solidità difensiva e un attacco in grado di perforare la difesa siciliana da tutte le posizioni. Sostanzialmente equilibrato il primo parziale chiuso sotto di due lunghezze (9 a 11), ma con il portiere ospite l’azzurra Prunster assoluta protagonista e autrice alla fine di almeno 12 parate dai sei metri e due rigori neutralizzati. Nei venti minuti finali sono venute fuori anche la freschezza atletica e le tante possibilità di cambio delle ragazze di coach Nasta che con la russa Vjunkova, la nazionale argentina Belotti e l’italo romena Avram hanno imperversato e creato il break risultato alla fine decisivo. Diverse le note negative in “casa Scinà” con le prestazioni sottotono di Miladinovic, Marino e Medjedovic ancora alle prese con problemi fisici, mentre anche Romeo e Raccuglia senior non sono sembrate in giornata di grazia. Le uniche che hanno provato a “tirare la carretta” sono state la serba Ceklic e i due portieri Savoca e Nangano che si sono alternate nel corso della gara. Positive le prestazioni del pivot Sardisco che progressivamente sta recuperando la condizione migliore e delle giovanissime Manuela Dell’Orzo e Federica Raccuglia entrate nella ripresa. Una sconfitta pesante nel punteggio ma, a scanso di equivoci, sicuramente meritata con le salernitane che hanno mostrato una difesa granitica, sostenute da un portiere d’indiscutibile valore, mentre in attacco le varie Pavlik, Coppola, Ettaqui e compagne hanno dimostrato tutta la loro bravura. Un ko che non pregiudica la possibilità di accedere ai play-off con le palermitane che, a questo punto, dovranno cercare punti “pesanti” a Teramo o sperare che Sassari e Casalgrande (attardate in classifica) ridimensionino i sogni play-off delle lombarde del Cassano e delle venete del Mestrino rientrate in piena corsa per la conquista di una delle prime quattro piazze.

I commenti a caldo del tecnico Salvo Cardaci e di Ljubica Ceklic. 

(Salvo Cardaci allenatore Scinà): “È una sconfitta che sicuramente ci può stare contro una formazione costruita per vincere. Un po’ pesante nel punteggio anche perché dopo un discreto primo tempo e la parte iniziale del secondo, ci siamo letteralmente smarriti e non siamo più riusciti a creare niente di buono soprattutto in attacco. E’ fin troppo evidente che siamo stati condizionati dalle precarie condizioni fisiche di Miladinovic e Marino alle prese con acciacchi fisici e con la prestazione negativa di giocatrici per noi fondamentali come Romeo e Medjedovic, ma in ogni caso Salerno ha dimostrato tutta la sua compattezza e a noi resta solo il rammarico di non aver potuto giocare con una condizione fisica migliore”.

Ljubica Ceklic: “Ci abbiamo provato con entusiasmo e determinazione ma oggi, se devo essere sincera, non è sceso in campo lo Scinà migliore. Da qualche settimana abbiamo avuto un calo fisico e mie diverse compagne non stanno per niente bene pur provando a dare il loro contributo stringendo i denti. Non abbiamo una rosa con tante soluzioni e quindi nel momento in cui qualcuna di noi non sta bene, lo staff tecnico ha serie difficoltà a trovare un cambio all’altezza della titolare. Come se non bastasse anch’io a inizio di ripresa mi sono praticamente bloccata e sono rimasta in campo solo per onor di firma. In ogni caso siamo ancora in piena corsa per centrare la salvezza diretta e conquistare quella posizione che ci permetterebbe di disputare i play-off. Il prossimo turno sarà decisivo e andremo a Teramo per cercare di conquistare un risultato positivo”.

S.C.

redazione calcio giovanile sicilia

============================

Commenta!


« »

Entra nella community!