MENU
_DSC0653web2

Scinà vs Conversano – cronaca-risultati e classifica – Pallamano Femminile A1 -3°giornata ritorno -

27/01/2014 • Pallamano Femminile

 

Risultati-Classifica-Prossimo Turno- Campionato Di Pallamano Femminile Serie A1 -

Incontro Punteggio
ALI’ MESTRINO – SALERNO 24 – 29
TERAMO – SINERGIA SASSARI 22 – 23
 
ALTAVILLA MILICIA SCINA’ – AMATORI CONVERSANO
30 – 32
CASALGRANDE PADANA – CASSANO MAGNAGO 32 – 22

Classifica

Pos   Squadra G. V. T S. Goals Diff Pti
1 AMATORI CONVERSANO 10 9 0 1 319 – 229 90 27
2 SALERNO 10 9 0 1 282 – 228 54 27
3 ALTAVILLA MILICIA SCINA’ 10 5 0 5 269 – 266 3 14
4 CASSANO MAGNAGO 10 4 0 6 240 – 272 -32 12
5 SINERGIA SASSARI 10 4 0 6 243 – 284 -41 12
6 ALI’ MESTRINO 10 3 0 7 269 – 293 -24 10
7 TERAMO 10 3 0 7 230 – 242 -12 9
8 CASALGRANDE PADANA 10 3 0 7 248 – 286 -38 9

Prossimo turno 01-02-2014

CASSANO MAGNAGO – ALTAVILLA MILICIA SCINA’ -:-
SALERNO – CASALGRANDE PADANA -:-
AMATORI CONVERSANO – TERAMO -:-
SINERGIA SASSARI – ALI’ MESTRINO  

Campionato Di Pallamano Femminile Serie A1 -

Scina’ Palermo 30 – Conversano 32

Scina’ Palermo: Dell’orzo-Marino-Medjedovic-Nardano-Pizzo-Raccuglia F.-Romeo-Sardisco-Savoca-Schillaci-Mazzarella-Ceklin-Mister Cardaci 

Conversano: Babbo-Caccioppoli-Barani-Fanelli M.-Fanelli V.-Ganga-Lapresentazione-Lopriore-Minoia-Oliveri-Piffer-Rotondo-Duran-Roscino- Mister Sejmenovic

La Matricola Scina’ mette paura alla capolista Conversano ma è costretta a cedere la posta in palio. E’ finita con il caloroso applauso del pubblico palermitano che ha voluto così salutare l’ennesima splendida prestazione dello Scinà che contro la corazzata Conversano ha sfiorato l’ennesima l’impresa. Il risultato finale di 32 a 30 probabilmente non la dice tutta su quella che è stata una gara vibrante e ben giocata da entrambe le formazioni con le ragazze allenate da Salvo Cardaci che solo in extremis hanno recuperato il pivot Marilisa Sardisco ancora alle prese con un malanno muscolare e l’italo serba Natasa Miladinovic che ha giocato a “mezzo servizio”, visto che rientrava da una brutto infortunio occorso in allenamento tre settimane orsono. Il Conversano, a scanso di equivoci, ha dimostrato ancora una volta di avere tutte le carte in regola per provare a conquistare lo scudetto e l’attuale primo posto in classifica (seppur in condominio con Salerno), il migliore attacco e la difesa meno perforata sono un biglietto da visita che la pongono come la candidata più accreditata per contrastare le campionesse salernitane. Di contro la matricola Scinà pur non potendo schierare il “sette” migliore ha dimostrato di poter giocare ad armi pari contro Barani, Ganga, Fanelli e compagne che hanno sofferto il gioco delle siciliane per l’intera gara. Al riposo in vantaggio di una sola lunghezza (16 a 15), nella ripresa trascinata dalle reti della cubana Duran (10 goal di cui 6 su rigore) e dalle azzurre Rotondo e Oliveri (15 reti sono venute dal loro settore), il Conversano ha raggiunto il massimo vantaggio (+4), ma proprio in quel momento le palermitane doc Miriam Raccuglia e Viki Romeo insieme al trio serbo Ceklic, Medjedovic e Miladinovic rientravano prepotentemente in partita e solo pali e traverse, un errore dai sette metri di Ceklic e ben tre parate consecutive del portiere ospite Piffer negavano la possibilità dell’aggancio alle padroni di casa sostenute dal tifo di uno sportivissimo pubblico. 
Al fischio di chiusura grandi festeggiamenti da parte delle ospiti che evidentemente temevano molto la trasferta siciliana e un pizzico di amarezza da parte delle palermitane subito superata dagli applausi convinti dei tifosi accorsi al pala Oreto e dalle notizie dei risultati che venivano dagli altri campi. Le sconfitte del Teramo contro Sassari e del Cassano a Casalgrande, infatti, consentono a Marino, Savoca, Nangano, Schillaci, Dell’Orzo e compagne di mantenere la terza posizione in classifica e, a quattro giornate dal termine della stagione regolare, lo Scinà resta dunque ancora in piena corsa per i play-off scudetto. Ecco il commento a caldo di due protagoniste del “miracolo Scinà”: Silvia Di Dio (vice allenatore e vera anima di questa squadra) e Natasa Miladinovic. “Le ragazze hanno giocato in maniera incredibile mettendo in difficoltà una squadra forte costruita per vincere lo scudetto – dice la prof.ssa Di Dio – siamo ovviamente un po’ deluse dal risultato che poteva essere diverso se ci fossimo presentati in campo con la formazione migliore, ma al contempo serene e fiduciose perché questo gruppo continua a crescere giorno dopo giorno e nonostante non ci si possa allenare tutte insieme in maniera costante, le nostre piccole “pesti” insieme alle giocatrici più esperte arrivate in estate, stanno disputando davvero una stagione da incorniciare. Adesso dobbiamo fare ancora un piccolo sforzo in queste ultime quattro partite perché il nostro obiettivo è mantenere la serie A1 e sia Palermo che l’intero movimento della pallamano siciliana credo meritino questo palcoscenico”.
Natasa Miladinovic: “le mie compagne hanno giocato davvero una bella partita e l’unica mia amarezza è quella di non aver potuto dare quello che posso perché risento ancora di una forte distorsione che mi ha completamente bloccato nelle ultime settimane. Ho stretto i denti e provato a giocare per un po’ di minuti sia nel primo sia nel secondo tempo, ma so bene che potevo e posso fare molto meglio. Adesso pensiamo alla prossima trasferta a Cassano dove cercheremo di conquistare punti e mantenere questa bella posizione in classifica”.

S.C.

Redazione calcio giovanile sicilia

 

 

Commenta!


« »

Entra nella community!