MENU

Serie A1 Pallamano Femminile – Sconfitta per lo Scinà Palermo – 3°giornata –

03/11/2013 • Pallamano Femminile

Pallamano Serie A1 – Sconfitta netta (32 a 22) a Conversano  lo Scinà che domenica prossima, davanti al pubblico amico,gioca la prima sfida salvezza contro il Cassano.
Prima sconfitta stagionale per lo Scinà che nella terza giornata di andata del massimo campionato di pallamano femminile è stato costretto alla resa (32 a 22) dall’imbattuto Conversano.
Una partita condizionata, a dire il vero, da una direzione arbitrale non all’altezza che di fatto, soprattutto nei primi trenta minuti di gioco, ha danneggiato Schillaci, Pizzo, Romeo, Sardisco, Savoca e compagne costrette ad inseguire, dopo un sostanziale equilibrio durato una ventina di minuti circa. A scanso di equivoci la squadra pugliese si è dimostrata una “corazzata” costruita per provare a vincere lo scudetto e la vittoria è certamente meritata, ma con una direzione di gara più equilibrata il passivo poteva certamente essere più contenuto.
“Non amiamo recriminare – sottolinea il presidente dello Scinà Matteo Palazzolo – ma è assai evidente che i signori Cimini e Ciotola non hanno diretto bene, evidenziando parecchi limiti che alla fine hanno lasciato scontenti un po’ tutti. In ogni caso dico brave lo stesso alle mie ragazze che, nonostante i fischi discutibili, hanno continuato a giocare con determinazione e a loro dico di guardare avanti con fiducia e di pensare già al prossimo impegno casalingo che per noi sarà molto importante in chiave salvezza”.
La partita sul parquet pugliese ha avuto un sostanziale equilibrio iniziale rotto dalle marcature da una incontenibile Duran (a segno 14 volte) e dalla palermitana doc (ex di turno) Oliveri (8 reti) devastante dall’ala destra.
Il team allenato dal duo Cardaci-Di Dio, invece, ha giocato sotto ritmo soprattutto nella prima frazione di gioco con il reparto difensivo che questa volta non è riuscito a contenere le ripartenze avversarie e il trio serbo Ceklic, Miladinovic e Medjedovic un po’ in ombra in attacco.
Tra le note positive, invece, le prestazioni delle giovanissime Tania Marino, Manuela Dell’Orzo, Giulia Nagano e Federica Raccuglia che nel secondo tempo hanno avuto a disposizione un buon minutaggio per fare le prime esperienze importanti in serie A1.
“Possiamo fare molto meglio – ammette con sincerità il tecnico dello Scinà Salvo Cardaci – le pugliesi guidate dall’amica Sejmenovic sono un ottima squadra coperta in tutti i ruoli e credo sia, insieme alle campionesse del Salerno, la formazione che abbia le maggiori chance di vittoria finale. Per quanto ci riguarda, invece, il nostro è un gruppo nuovo con tante esordienti in massima serie e dovremo continuare il percorso di crescita alla ricerca di una permanenza in A1 che è alla nostra portata”.
Domenica 10 novembre, infine, si torna in campo con lo Scinà che al PalaOreto di Palermo ospiterà l’altra matricola del campionato Cassano.
Una sfida fondamentale in chiave salvezza che le palermitane dovranno provare a vincere per staccarsi dai quartieri bassi della classifica.

S.C.

redazione calcio giovanile sicilia

=====================================

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »