MENU
web

SI al calcio giocato – NO alla violenza

03/10/2013 • Da non perdere

 

Inizia una nuova stagione sportiva, si è già costretti a leggere e commentare atti di violenza accaduti in campi sportivi siciliani.

Poi, le decisioni del giudice sportivo sono più vicini,giustamente, a dei” bollettini di guerra” che a dei provvedimenti disciplinari, causati da espulsioni o da una somma di ammonizioni.

I fatti di violenza visti e letti su social network o su giornali on line non riguardano, per fortuna, campionati del settore giovanile ma, ugualmente vogliamo soffermarci su alcuni episodi per far riflettere gli addetti ai lavori, genitori e semplici sostenitori per dire NO ALLA VIOLENZA sui campi di calcio, sulle tribune, e dire SI AL CALCIO come valore di aggregazione in cui, valori di vita e vivere civile, rispettando avversario e/o l’arbitro, deve essere l’a-b-c dello sport più bello e praticato al mondo.

Ci auguriamo che nei campionati del settore giovanile, non dovremmo essere mai costretti a vedere scene di violenza che non fanno parte di un mondo che, dovrebbe essere pieno di valori e di sana e sportiva competizione ma nel quale, molte volte, si esagera in quel pseudo tifo che scatena reazioni incontrollate.

Dobbiamo sforzarci a lavorare tutti insieme, in modo che una partita di calcio resti solo una competizione tra 22 giocatori, parlando di settore giovanile, dobbiamo impegnarci affinchè una partita di calcio resti solo un momento di aggregazione in cui, giovani calciatori imparino a giocare ed a divertirsi avendo rispetto per l’avversario che incontra.

 

Massimiliano BIRCHLER

redazione calcio giovanile sicilia

=====================================================

 

 

Commenta!


« »

Entra nella community!