MENU
manifestograziediesse2013web

Mediterranea Badminton Cinisi non si iscrive al campionato.

04/09/2013 • Senza categoria

 

 

manifestograziediesse2013web 

 

Il progetto si sposta a Bolzano, decisione presa da tempo, scompare al momento la squadra campione d’Italia

La squadra campione d’Italia, un patrimonio dello sport siciliano si ferma alla soglia della probabile vittoria del decimo scudetto consecutivo, quello della stella. Dal 1995 al 2013 la squadra fondata dal musicista italo-ungherese Csaba Hamza ha portato innumerevoli successi targati Cinisi, ma che nel momento di difficoltà quella Cinisi non ha ricompensato.

Ci ha creduto solo la Diesse srl, azienda leader del campo di prodotti monouso per la ristorazione che proprio a Cinisi ha sede e che, in corsa nel 2009, ha deciso di sposare il progetto badminton. Da li in poi sarebbero arrivati altri quattro scudetti, decine di titoli italiani e regionali di singolare e doppi, tre partecipazioni alla finale della Europe Cup (la Coppa dei Campioni del badminton) due volte in Olanda ed una in Ungheria, un quarto posto individuale alle Olimpiadi di Londra e due medaglie di bronzo ai campionati Europei master.

Chi vi scrive, avendo vissuto molti momenti vincenti insieme alla squadra, fino alla conquista dell’ultimo scudetto vinto nel mese di marzo a Bolzano, la vive come una sconfitta, non personale ma della comunità intera cinisense che non ha saputo sfruttare e valorizzare un importante fiore all’occhiello. Ore ed ore di anticamera fatte al Comune di Cinisi per ricevere solo promesse e mai un contributo effettivo, mai un aiuto, solo dichiarazioni ad effetto (tutte documentate in audio, video e in carta stampata), mentre la Mediterranea Cinisi nonostante tutto calcava i parquet tutto il mondo Botwana, Madagascar, Fiji, Puerto Rico, Islanda, Stati Uniti d’America, Nuova Zelanda, Kenia, Francia, Olanda, Russia, Singapore, Guatemala, Perù e molti altri ancora, senza dimenticare che la squadra 9 volte campione ha regalato nel tempo un commissario tecnico e decine di atleti alla nazionale italiana di badminton.

Ora lo switch off, la società ha preferito non disturbare più perché ha capito fra virgolette di essere un peso, ed ha spostato la propria professionalità ed attività altrove dove la cultura sportiva è al primo posto. Infatti Csaba Hamza dopo aver concluso la propria esperienza alla giuda delle nazionali azzurre e visto il gran bagaglio sportivo e professionale ha accettato la proposta dell’Ssv Bolzano, dove guiderà anche un accademia di badminton, cosa che a Cinisi la società non è riuscita nonostante abbia tentato per un biennio a proprie spese dando lezioni gratuite anche a bambini meno ambienti delle scuole elementari e medie del comprensorio. Passa a Bolzano anche Giovani Greco, giocatore di Belmonte Mezzagno, nato sportivamente nella Mediterranea il più forte d’Italia nell’ultimo decennio.

Alla decisione di non partecipare al campionato di serie A e di chiudere l’attività agonistica, che ormai è nota a tutti, non ho letto nessuna forte dichiarazione da parte della Federazione Italiana Badminton, del Comitato Regionale Fi.Ba, del Coni nazionale o Sicilia, della Regione, della Provincia e del Comune, tranne che per singola iniziativa di un Conigliere Comunale del Pd di Cinisi e di un giornalista che ha creduto come me in questa grande realtà.

Io personalmente il mio saluto lo voglio fare, anche se fatto già alla rinuncia della squadra alla vigilia di scendere in campo in Francia dove a rappresentare l’Italia è andato poi il Bc Milano.

Saluto sperando che sia solo un arrivederci con l’utopia che qualche cosa possa cambiare in questa terra disgraziata e dilaniata da problemi ben più gravi di una piccola squadra di pazzi che, invece di mettere la palla in mezzo a due pali, gioca con un volano fatto di piume d’uccello.

Arrivederci Mediterranea speriamo di vederci presto in campo.

Fabrizio Campagnano

redazione@calciogiovanilesicilia.it

Commenta!


« »

Entra nella community!