MENU
scinà 4

Polisportiva Scinà Palermo – Pallamano Femminile A 1

02/08/2013 • Pallamano Femminile

 

 

scinà 4

 

Colpo di mercato dello Scinà: Arriva a Palermo il talento argentino Maria Emilia Acosta.

 

Articoli che trovi nella pagina:

Salvo Cardaci dice si allo  Scinà.

Marta Savoca tesserata dallo Scina’ Palermo.

Bilijana Medjedovic confermata protagonista.

Colpo di mercato dello Scinà: Arriva a Palermo il talento argentino Maria Emilia Acosta.

 

=====================================================================================

 

02/08/2013

Il Calcio Giovanile Sicilia seguirà e darà visibilità all’unica squadra Femminile di Pallamano/Handball, quest’anno nella massima serie Nazionale, dopo un campionato di A-2 difficoltoso e avvincente, che comunque ha dominato. Nelle nuove pagine del sito, daremo ampio spazio alla Polisportiva Scinà Palermo, con calendario, risultati, classifiche, news, interviste e seguiremo le gare con cronache, commenti e fotogallery. La Polisportiva Scinà Palermo, è stata affidata alla guida di Salvo Cardaci, esperto della serie A-1. La prima del campionato, sabato 28 settembre, vedrà la squadra Palermitana debuttare in trasferta sul campo di Mestrino, contro Alì Mestrino, la prima in casa, il 12 ottobre, sarà contro il Sinergia Sassari. A breve calendario completo e tutte le informazioni su organico, staff e news.

R.C.

=========================================================================================

03/08/2013

Salvo Cardaci dice si allo Scinà.

Il tecnico ennese dopo un anno “sabatico” torna ad allenare in A1 la formazione palermitana fresca di promozione in A2. Salvo Cardaci 46 anni originario di Regalbuto in provincia di Enna sarà il nuovo allenatore della Polisportiva Scinà Palermo, unico team siciliano a disputare il massimo campionato di pallamano femminile.

 Nel volgere di qualche settimana la svolta con il sodalizio del presidente Palazzolo che ha deciso di affidare la prima squadra all’esperto tecnico ennese per anni responsabile tecnico della Figh Sicilia. Dopo diverse incertezze legate ai tagli dei contributo regionali e ad alcune partenze che hanno indebolito la rosa, la dirigenza palermitana ha pensato di ripartire dalla riorganizzazione dello staff tecnico puntando decisamente sul prof. Cardaci che vanta diverse stagioni di massima serie consecutive ed in un recente passato ha ottenuto diversi risultati importanti.L’obiettivo ovviamente sarà quello di provare a mantenere la categoria con una squadra giovanissima che sarà puntellata con qualche elemento di esperienza. “La dirigenza con la prof. Silvia Di Dio mi ha contattato la prima volta a fine giugno – esordisce il nuovo tecnico dello Scinà – una sorpresa per me che appena lo scorso anno ho sposato in maniera convinta un progetto giovanile a Enna. A questo punto non ostacolato anche dagli stessi amici che mi hanno voluto ad Enna (Anna Lattuca e Mario Filiciotto) ho dato la mia disponibilità anche se non sarà a tempo pieno ed eccomi qui a tentare di fare un risultato che oggi appare difficile, ma secondo me non è impossibile”.

Che tipo di campionato attende lo Scinà e quali le difficoltà con gran parte delle giocatrici praticamente alla prima esperienza in A1?  “Sarà un campionato difficilissimo non ho dubbi, ma se in maniera sofferta ho deciso di fare questa scelta è perché credo che da questo gruppo di atlete posso tirar fuori qualcosa di positivo.Chi mi conosce sa che amo lottare e non mi è mai piaciuto “vincere facile”, allora proverò a metterci tutto quello che ho acquisito in questi anni di A1 e conoscendo diverse di queste ragazze che andrò ad allenare credo che il traguardo che oggi appare lontanissimo possa anche essere meno distante di quanto sembri in questo momento”.

Uff.stampa Pol.Scinà

redazione@calciogiovanilesicilia.it

salvo cardaci2

 

============================================================================================

06/08/2013

Marta Savoca tesserata dallo Scina’ Palermo e Bilijana Medjedovic confermata protagonista.

Arriva una giovane atleta siciliana alla corte della Polisportiva Scinà Palermo che dopo tanti anni di serie A2 si appresta a disputare il massimo campionato di pallamano femminile. Portiere cresciuto nelle file dell’Enna e negli ultimi due campionati tesserata dalla Messana, Marta Savoca (classe 1991) è uno dei portieri siciliani più promettenti e andrà ad affiancare la coetanea Giulia Nangano e le giovanissime Krizia Gravante e Martina Pipitone, provenienti dal fiorente vivaio del team palermitano. Per la Savoca, dunque, si schiudono nuovamente le porte della massima serie e dopo la positiva esperienza messinese di due stagioni addietro alle spalle della brava Alice Piffer (oggi a Conversano) avrà il difficile compito di difendere i pali della porta della matricola Scinà.

“I nostri portieri sono i più giovani di tutta la serie A1 -  dice la prof. Silvia Di Dio – ma anche questa è una precisa scelta societaria che crede in queste tre giovanissime e anche se non hanno esperienza di massima serie sono certo che progressivamente prenderanno confidenza con il campionato e daranno il loro contributo. La Savoca, in particolare, è una atleta molto seria con una grande passione e voglia di imparare e sono certo che nel volgere di qualche stagione sentirete parlare di questa ragazza”.

Marta Savoca, come dicevamo all’inizio, è cresciuta nelle giovanili dell’Handball 4 Enna giovane formazione che quest’anno parteciperà al campionato regionale di serie B. Proprio con la squadra del capoluogo ennese ha disputato tutte le trafile giovanili con i campionati regionali under 14, 16 e 18 e poi da titolare ha giocato un campionato cadetto e due stagioni in serie A2. Atleta cresciuta sotto la guida esperta dell’ex portiere della De Gasperi campione d’Italia ed ex azzurra Anna Lattuca, la giovanissima Savoca si aggregherà al team palermitano già a partire dal prossimo lunedì 19 agosto.

“Conosco abbastanza bene Marta per averla avuta con me nella Sicilia che disputò i Giochi delle Isole in Corsica nel 2007 e successivamente a Messina nel 2011 – afferma il tecnico dello Scinà Salvo Cardaciuna ragazza timida, ma che sà perfettamente cosa vuole nella vita e nello sport. Quando il presidente Palazzolo mi ha informato di questa possibile soluzione – conclude il prof. Cardaci – ho dato il mio assenso anche perché credo fermamente che Marta possa veramente aspirare a ritagliarsi un ruolo importante in A1 e mi auguro riesca a dimostrarlo concretamente già da questa stagione”.

 

Per l’esperta giocatrice italo-serba Medjedovic ancora un campionato di massima-serie

Sembrava che dovesse dire addio alla pallamano giocata con l’ultima “perla” di una carriera eccezionale ed invece dopo l’ennesima promozione dalla serie A2 alla massima serie con la maglia dello Scinà, l’atleta serba (con passaporto italiano) continuerà la sua esperienza con la maglia palermitana.Chiamata a far da “chioccia” alle tanti giovani presenti in prima squadra, la Medjedovic ha deciso, dunque, di continuare a vestire la maglia della Polisportiva Scinà tornata in A1 dopo dieci anni di assenza.

A guidarla dalla panchina il tecnico Salvo Cardaci che appena due stagioni orsono la volle fortemente a Messina per aiutare la squadra della città dello Stretto che sfiorò l’accesso alle semifinali scudetto, grazie anche alle belle prestazioni dell’esperta giocatrice di Belgrado. “Biljana non la scopro di certo ioammette il neo allenatore dello Scinà  Salvo Cardaci per lei parla la sua carriera e la sua integrità fisica oltre che morale. E’ stata voluta la scorsa stagione dalla prof. Silvia Di Dio per dare una mano alle ragazze più giovani e sono sicuro che anche quest’anno darà il massimo in una stagione in cui la nostra squadra, pur non partendo con i favori del pronostico, vuole provare a mantenere la categoria”.

marta savoca

Marta Savoca

Bjliana-Medjedovic-200x300

Biljana Medjedovic

 Ufficio Stampa Pol. Scinà                                                  

redazione@calciogiovanilesicilia.it

===========================================================================

07/08/2013

COLPO DI MERCATO DELLO SCINA’: ARRIVA A PALERMO IL TALENTO ARGENTINO MARIA EMILIA ACOSTA. Maria Emilia Acosta giocherà nello Scinà Palermo. Alla fine il progetto di portare il talento argentino nuovamente in Sicilia è diventato realtà. Giocatrice estrosa e di carattere (classe 1986) è cresciuta nelle file dell’Estudiantes de La Plata, una delle formazioni più titolate della pallamano argentina e a livello giovanile è stata premiata più volte come uno dei più forti centrali del Sudamerica. Nel 2006 passa all’Oviedo Banlomano, ma già da qualche stagione fa parte in pianta stabile della “Albiceleste” con cui ha giocato da protagonista 15 tornei internazionali, disputato un mondiale juniores (nella Repubblica Ceca) e ben tre diverse edizioni dei campionati Mondiali seniores: nel 2005 in Russia, nel 2007 in Francia e nel 2009 in Cina. Con la Nazionale del suo paese, tra l’altro, detiene l’invidiabile primato considerando ancora la giovane età di avere ricevuto oltre 70 convocazioni nelle varie rappresentative nazionali con circa 450 reti realizzate in competizioni ufficiali. A portare avanti l’operazione di mercato è stata direttamente la prof. Silvia Di Dio vera anima della Polisportiva Scinà che si appresta a disputare il massimo campionato di pallamano femminile. ”Di questa giocatrice mi hanno parlato tanto bene alcune delle mie giocatrici che con lei hanno giocato due anni fa a Messina – evidenzia la prof.ssa Di Dio – e comunque avevo anche avuto modo di vederla in dvd e mi aveva favorevolmente impressionato. Tra l’altro ho anche avuto il benestare da parte del nostro nuovo tecnico (il prof. Salvo Cardaci) che ha sempre apprezzato le doti agonistiche e tecniche di questa brava giocatrice sudamericana, avendo avuto il piacere di allenarla personalmente e allora l’abbiamo contatta e siamo riusciti a riportarla in Sicilia”. Il presidente Matteo Palazzolo (d’accordo lo staff tecnico) ha deciso, dunque, di tesserare questa estrosa giocatrice che dovrebbe fare da “chioccia” alle più piccole cercando di trovare la quadratura del gioco in massima serie che l’Acosta conosce abbastanza bene. Maria Acosta, infatti, è una “vecchia” conoscenza della pallamano italiana, in quanto nella stagione sportiva 2008/2009 approdò nel massimo campionato italiano vestendo la maglia del Vigasio e successivamente anche dell’H.C. Messana. Lo scorso anno, dopo l’esclusione dal massimo campionato del Teramo, la giocatrice argentina sembrava aver deciso di voler prendere una pausa di riflessione ed invece eccola ritornare a giocare nella serie A1 italiana che l’ha consacrata come una delle migliori giovani straniere approdate nel nostro campionato negli ultimi anni. “Sono contenta di tornare a giocare in Italia e soprattutto in Sicilia – dice Maria Acosta – e spero di poter dare il mio contributo allo Scinà per centrare l’obiettivo programmato dalla dirigenza. A dire il vero avevo anche qualche altra possibilità, ma alla fine ho accettato di tornare in Sicilia poiché credo che questo gruppo anche se giovane abbia un buon potenziale e possa provare concretamente ad ottenere un traguardo importante”.

maria emilia acosta

Ufficio Stampa Pol. Scinà                                                  

redazione@calciogiovanilesicilia.it

============================================================================

scinà 22

 

cagisi

Commenta!


« »

Entra nella community!