MENU
giudice .

DECISIONE DEL GIUDICE SPORTIVO

22/12/2012 • Da non perdere, Scuole Calcio

 

Storia assurda dei giorni nostri.

7  MESI DI SQUALIFICA PER DUE GIOVANI RAGAZZI, GIUSTA  O  DISCUTIBILE,  MA SICURAMENTE ” QUASI” SENZA COLPA LORO. Una storia assurda, anche se vera e di questi giorni,quando pensavamo non esistessero più le condizioni, i tempi, le persone, le motivazioni per succedere quello che adesso vi racconteremo; Tralasciamo il luogo e i nomi per rispetto solamente dei Ragazzi; una partita di un campionato giovanile, come tante  la domenica,  la società Bianca si accorge che la società Nera sta schierando in campo un calciatore squalificato per una gara, quindi non può partecipare alla stessa, ma è in campo e non con il suo reale nome, ma sotto il nome di un compagno di squadra, anche se l’Arbitro durante la regolare identificazione  di tutti i calciatori iscritti nelle distinte, non riscontra alcuna  irregolarità sui tesserini federali con foto corrispondente alle persone presenti dentro i rispettivi spogliatoi. Cosa è successo? forse il cambio di maglie nello spogliatoio?  Ma il tutto non è corretto e la squadra Bianca presenta ricorso, motivando anche con prove le sue ragioni, e il risultato del Giudice Sportivo è implacabile per tutti, una sconfitta per tutti, ma soprattutto per VOI RAGAZZI che  MAI DOVETE PRESTARVI A QUESTI GIOCHI E A QUESTE PERSONE,  A QUALSIASI COSTO, perché le conseguenze le pagate soprattutto VOI!!!!!!  e voi presidenti,dirigenti e ancora peggio allenatori o mister, che avrete sulla coscienza il fermo di due ragazzi per un anno calcistico, con le conseguenze che verranno, era così importante compromettere il tutto, considerando che pensate e decidete voi!!!??!! Le altre  decisioni del Giudice Sportivo riguardante la squadra Nera sono state: punizione sportiva della perdita della partita, una grossa ammenda, la squalifica del dirigente accompagnatore, inibizione di 11 mesi, che avrà conseguenze drammatiche per  il prosieguo futuro della stessa società. RicordiamoCi Tutti quanti siamo nell’ambito sportivo, che prima di tutto dobbiamo insegnare Lealtà e Rispetto, e che il gioco del calcio, questo nostro Giovanile è divertimento, amicizia, onestà e sicuramente competizione.

Commenta!


« »

Entra nella community!